Bagarre Champions, i bomber non falliscono. Mertens, è crisi?

Caicedo della Lazio (Foto Zimbio/Getty Images)

La Juventus vola a +11 in classifica, trascinata da Cristiano Ronaldo: secco 3-0 in casa del Sassuolo, mentre il Napoli non va oltre lo 0-0 casalingo contro la Fiorentina. In zona Champions League vincono tutte: Inter (0-1 a Parma), Milan (3-0 con il Cagliari), Roma (0-3 a Verona con il Chievo) e Lazio (1-0 sull'Empoli).

I TOP DELLA DOMENICA

1) I bomber della lotta Champions: vincono tutte le squadre in lotta per la Champions, con la firma dei rispettivi bomber. Piatek firma il quarto gol in quattro partite con la maglia del Milan (visto il minutaggio, sarebbero 4 in 3 partite..), Dzeko trascina la Roma sul campo del Chievo Verona, Caicedo della Lazio si conferma affidabile vice Immobile e Zapata trascina l'Atalanta alla rimonta sul campo della Spal.

2) Radja Nainggolan (Inter): il bomber dell'Inter, Icardi, continua il suo momento poco brillante. Contro il Parma, ci pensa però l'attaccante di scorta, Lautaro Martinez, ma soprattutto ci pensa il Ninja. Assist vincente e una prestazione brillante, soprattutto una serena autocritica: "A 30 anni ho sempre dato poca importanza agli atteggiamenti fuori dal campo, ma a questa età non può più essere così. So di aver sbagliato qualcosa, adesso abbiamo impostato un programma differente e voglio ripagare il club dando il mio contributo in questa seconda parte di stagione. Abbiamo fatto un patto e voglio rispettarlo”.

3) Alban Lafont (Fiorentina) e Salvatore Sirigu (Torino): portieri saracinesca. Lafont ferma l'attacco napoletano a suon di parate, Sirigu firma la vittoria dei suoi con l'Udinese, evitando l'1-1 dagli undici metri. Quinto rigore parato sugli ultimi sette: De Paul sbaglia, il portierone scuola Palermo conferma di essere, per la nazionale, il più affidabile dei secondi per Gigio Donnarumma.

DIETRO LA LAVAGNA

Dries Mertens (Napoli): sembra aver intrapreso una parabola discendente. Ventotto reti due anni fa, la stagione scorsa 18, quest'anno partenza a razzo con 7 reti in 13 partite, ma poi una sola segnatura in tre mesi. Forse ha pagato anche la fine del "Sarrismo", non essendo più un intoccabile negli schemi del nuovo allenatore Ancelotti.

Commenti

  1. Una giornata che non ha riservato grandi sorprese, tranne il Frosinone che ha vinto a Genova con la Samp.
    Sereno giorno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giusta menzione per il Frosinone. Una sconfitta veramente inaspettata per la Sampdoria!

      Elimina
  2. Ancelotti ha spostato a centrocampo Insigne che non ha il fisico per quel tipo di lavoro e
    le sue magie balistiche sono scomparse. E' in crisi come Dybala.
    I tre nanetti sono scomparsi e i sostituti non sono all'altezza.
    Una brutta notizia non calcistica. La lega ha vinto le regionali in Abruzzo. Una buona notozia non calcistica. 5Stelle si è dimezzato e il PD non si riprende.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sull'extracalcistico: credo che per i prossimi 5-10 anni vedremo molti governi leghisti, dallo stato fino a diversi comuni. Dalle mie parti già diversi comuni sono governati da Lega e in alcuni casi addirittura da Lega+Pd.
      Sul calcistico: Insigne ha fatto sia l'esterno del 4-4-2 che l'attaccante, ma è un giocatore che ha sempre difettato di continuità. Mertens è invece molto in calo. Callejon si sta riciclando anche come terzino, normale..
      Il Napoli ha bisogno di ristrutturarsi la prossima estate.

      Elimina
  3. La juventus ormai sta volando via...forse era inevitabile, però mi rode lo stesso. Parecchio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se Inter e Milan dovessero conquistare l'accesso alla prossima Champions, farebbero un buon mercato.
      Potrebbero insidiare meglio la Juve di quanto abbia fatto il pur combattivo e valevole Napoli.

      Elimina
  4. Ha fatto bene mio fratello ad insegnare a Lorenzo il gesto di Piatek.
    Speriamo mantenga questi ritmi e riesca a restituire alla nostra squadra un po' di dignità...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sìsì, la stiamo ritrovando..
      Era questione di tempo, dopo gli ultimi disastrosi anni di gestione Silvio-Galliani e dopo il pastrocchio cinese...

      Elimina
    2. ...a me piace da impazzire l'esultanza bum bum.. spero di vederla ogni domenica!!

      Elimina
    3. E' fantastica quell'esultanza :D

      Elimina
  5. Zona Champions noiosa, pare si siano messe d'accordo, perdono tutte, pareggiano tutte, vincono tutte...
    Radja può anche mettere la testa a posto ma gli sono rimaste al massimo due stagioni, poi finirà in una squadra da seconda metà della classifica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oggi parlavo a un amico milanista, importante per il gruppetto è prendere margine sull'ottavo posto e sul gruppetto Torino-Sampdoria-Fiorentina.
      Può venire fuori un campionato davvero divertente e gratificante anche per gli sconfitti.
      Ps La Roma con il 4-3-3, con Pellegrini-De Rossi-Cristante a centrocampo e Under-Dzeko-Zaniolo diventa una bella squadra, anche perché tiene in panchina i paracarri: Pastore, Nzonzi e Kluivert.

      Elimina
  6. Mi pare che il sarrismo sia finito anche al Chelsea :D 6 pappine dal Pep.. E Higuain sembra quello del Milan

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Comunque anche Conte ci ha messo del suo..tra la sua gestione e quella di Sarri sono stati acquistati (pagandoli tanto) giocatori come Emerson Palmieri, Rudiger, Alonso e Jorginho che sinceramente non mi sembra facciano la differenza...
      Il quinto posto del Chelsea non mi stupisce affatto.

      Elimina
  7. Tutti quelli che vanno via dal Napoli tra allenatori e calciatori poi se ne pentono. Solo i soldi li fanno star meglio per il resto...
    Solo Cavani ha proseguito un certo percorso ma appena può sta dalla mamma ad Agropoli Zona baia Trentova.
    Il ciclo del Napoli è finito ci sarà uno svecchiamento tanto quest'anno la Champions è già assicurata.
    Complimenti a Gattuso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarri è sulla graticola e a cascata lo sarà anche il buon Higuain.
      Il Napoli negli anni ha sempre comprato e venduto benissimo, ad esempio Jorginho che io ho sempre ritenuto un giocatore sopravvalutato (cambiando io stesso idea, perché ai tempi del Verona mi sembrava un giocatore potenzialmente molto molto molto forte).
      Gattuso sta facendo bene e pensare che il 90% dei tifosi (me compreso) lo avrebbe esonerato dopo Frosinone!

      Elimina
  8. Quando si parla di bomber... c'è solo Piatek... luminoso e illuminante, molla anche passaggi incredibili, aperture da fine mezzala...forse abbiamo trovato un centravanti coi fiocchi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piace perché aggredisce la profondità, cerca il lancio e lotta su ogni pallone.
      Il pipita arretrava fino a centrocampo a cercare il pallone, poi lanciava per nessuno.

      Elimina
  9. Se vabbè Sarri, pure lui dietro la lavagna :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarri decisamente dietro la lavagna..
      bla bla bla bla bla bla bla, e poi?
      Gioco bellissimo, eh, per carità.
      Però al Chelsea bisogna vincere.

      Elimina

Posta un commento