#Calciomercato: Godin, parametri zero e investimenti sui giovani. Ruggito Inter

Foto Zimbio/Getty Images

L'Inter ha piazzato il primo colpo in vista della prossima stagione. A parametro zero, dall'Atletico Madrid, arriva il forte difensore, nazionale uruguaiano, Diego Godin (classe '86). Marotta, grande esperto di acquisti a parametro zero, avrebbe trovato l'accordo per un biennale a 5,5 milioni di euro, più opzione per il terzo anno di contratto. Un acquisto che apre una campagna acquisti molto importante, che però prevederà anche un "sacrificio". Due le strade: vendere Milan Skriniar, difensore slovacco dall'alta quotazione oppure Ivan Perisic, esterno offensivo e nazionale croato.

CON LA CESSIONE DI SKRINIAR. Godin titolare al fianco di De Vrij, ma anche un investimento su un giovane talento: Andersen della Sampdoria. A completare il reparto, visti gli addii di Miranda e Ranocchia, due giovani di rientro alla base: Bastoni (classe '95) e Vanheusden (classe '99).

CON LA CESSIONE DI PERISIC. A mio parere l'Inter cambierebbe modulo: 3-4-1-2 (Spalletti ai tempi della Roma ha spesso giocato con questo modulo). Godin affiancherebbe De Vrij e Skriniar in un super reparto difensivo. In attacco Keita e Lautaro Martinez si alternerebbero a fianco di Icardi, senza dimenticare il sogno Federico Chiesa, grande pallino di Marotta.

LE STRATEGIE. Acquisti di giocatori di esperienza a parametro zero, tanti investimenti sui giovani. Questa sembra la strategia di Marotta. A centrocampo sono due i giocatori nel mirino: il messicano Herrera del Porto (si svincola a giugno) e il talentuoso Barella del Cagliari (classe '97).  Da non tralasciare la pista Milinkovic Savic dalla Lazio (ma i costi sono altissimi). Con due acquisti in mediana, ci sarà qualche partenza (due tra Vecino, Gagliardini, Borja Valero e Joao Mario). L'Inter guarda anche al futuro: Sandro Tonali, talentuoso regista del Brescia classe 2000, il nuovo Pirlo. I neroazzurri lo comprerebbero a giugno per poi lasciarlo in prestito alle "rondinelle" per un'altra stagione. Sugli esterni si monitora una soluzione a zero dal Manchester United: l'italiano Darmian (scuola Milan) e l'ecuadoregno Valencia. Poi c'è Federico Chiesa della Fiorentina, come detto: l'obiettivo numero 1 per il ruolo di nuovo esterno offensivo. Sul giocatore c'è anche la Juventus, qualora dovesse fare qualche cessione in avanti.  L'alternativa meno costosa, nel ruolo, è De Paul dell'Udinese. Infine il futuro della porta: sul piatto offerta da 2,5 milioni al Cruzeiro per il giovane estremo difensore brasiliano Brazao.

Commenti

  1. Certo che per un calciatore non dev'essere incoraggiante chiamarsi Barella...
    Pensa cosa succede ogni volta che subisce un infortunio...
    E scusa, te lo dovevo dire. :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahhahaha, Barella sta uscendo in Barella.
      Comunque a proposito di nomi, che dire di Okan, ex centrocampista turco dell'Inter?
      Il famoso gol di Okan!

      Elimina
    2. Sempre meglio un gol da cani che un'uscita in barella, no? :))

      Elimina
    3. Leggi quella frase ad alta voce e poi capisci :D

      Elimina
    4. ahahah
      Avevo interpretato "gol del cane".
      Ora ho capito. E devo dire che fa più ridere.. ;)

      Elimina
    5. Ecco :D (era uno dei tormentoni del mio caro amico Alberto :D)

      Elimina
  2. Se il Cholo lo lascia partire significa che il terzino è ridotto male.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' pur sempre un giocatore abbastanza in là con gli anni, però c'è da dire che la differenza l'ha fatta il contratto...
      5,5 milioni, qualcuno parla di 6 milioni.
      Tantissimi secondo me.

      Elimina
  3. Ciao Riccardo, tanti auguri di buon anno!
    Questo calciomercato appassiona proprio tutti… anche mio padre e mio fratello, in vacanza, guardavano sempre le app!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah, tuo padre e tuo fratello fanno come me! Mi divoro il web in questo periodo.
      Eppure so che ci sono il 60% di siti che scrivono bufale e il rimanente 40% scrive cose che vanno comunque filtrate...
      Auguri anche a te di buon 2019!

      Elimina
  4. Magari Skriniar lo compriamo noi :D Comunque poi si parla di 50 milioni per Barella, non parliamo poi di Chiesa, l'Inter riuscirebbe a spendere ste cifre?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti tutti e due è quasi impossibile. L'alternativa meno costosa a Chiesa è De Paul dell'Udinese..poi magari prendono Chiesa e non Barella e prendono due svincolati a centrocampo..oppure vendono Perisic e Skriniar: Handanovic - Vrsaljko De Vrji Godin Asamoah - Herrera Barella - Chiesa Nainggolan Keita (De Paul) - Icardi.

      Elimina
  5. I veri colpi si faranno a giugno.
    Sereno giorno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, a meno che a gennaio ti presenti con una barca di soldi...

      Elimina
  6. Gran giocatore!
    Insieme a Skriniar formerebbero una coppia difficilmente sormontabile, quantunque De Vrij non è mica male.

    RispondiElimina
  7. Chi si contenta...Godin!!!
    Lo so è squallida

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahhahaha!
      ps in settimana parleremo anche del mercato del Napoli!

      Elimina
  8. Puntare sui giovani non mi sembra una cattiva idea, in nessun ambito.
    Buona serata Riccardo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E il Milan lo dovrebbe fare :D, vedremo come e quanto.

      Elimina

Posta un commento